L’acqua del rubinetto sa di cloro? Ecco cosa puoi fare

Famiglia che beve acqua di rubinetto

Tabella dei contenuti

Ti è mai capitato di sentire il sapore di cloro nell’acqua da bere? Alcune persone sono più sensibili al cloro e possono percepirlo come sgradevole anche in piccole quantità. Scopri come togliere il cloro nell’acqua di casa per renderla più buona e adatta ai tuoi gusti.

Cos’è il cloro?

Il cloro è un elemento chimico, con simbolo Cl e numero atomico 17, che si trova comunemente sotto forma di cloruro di sodio (NaCl) nel sale da cucina. È presente in tutti gli organismi viventi e la sua funzione principale è regolare l’equilibrio di liquidi ed elettroliti.

Preso singolarmente, il cloro ha un odore forte e pungente e un sapore acido e/o amaro, simile a un medicinale. Spesso lo si confonde con la candeggina (o varechina), una soluzione a base di cloro – nello specifico, ipoclorito di sodio sciolto in acqua – mentre il cloro è un elemento chimico puro, presente nella tavola periodica degli elementi.

Cos'è il cloro

Perché c’è il cloro nell’acqua?

Il cloro è un ingrediente impiegato nei disinfettanti e nella depurazione dell’acqua: è un potente battericida, usato soprattutto per la disinfezione dell’acqua potabile e delle piscine.

Questo processo per potabilizzare l’acqua da bere è chiamato “clorazione dell’acqua” ed è tuttora ampiamente diffuso: garantisce che l’acqua sia sicura da bere e che non diffonda malattie tramite la proliferazione batterica lungo le condutture degli acquedotti.

Bere acqua con cloro ha effetti collaterali?

In genere bere acqua con tracce di cloro non comporta problemi di salute, poiché il cloro utilizzato per il trattamento dell’acqua è presente in quantità molto basse: il cloro è tossico solo in altissime quantità e la sua concentrazione deve rispettare rigorosi standard di sicurezza per la salute umana, in particolare il limite massimo consigliato di 0,2 mg/l.

Le uniche controindicazioni del cloro nell’acqua potabile sono l’odore e il sapore: l’acqua di rete che ha un forte odore o sapore di cloro può risultare sgradevole da bere.

In particolare, alcune persone più sensibili al cloro potrebbero avvertirne la presenza anche in basse concentrazioni. In questi casi, la percezione del gusto o dell’odore può essere la principale ragione per cui alcuni preferiscono bere acqua imbottigliata al posto di quella di rubinetto, o utilizzare depuratori domestici per ridurre la presenza del cloro.

Importante: se hai preoccupazioni sulla qualità dell’acqua nella tua zona, è consigliabile contattare l’autorità responsabile dell’approvvigionamento idrico per informazioni specifiche.

Donna che beve acqua con cloro

Acqua del rubinetto che sa di cloro: cosa fare

Premessa: è importante sapere che il cloro nell’acqua del rubinetto garantisce la sicurezza microbiologica dell’acqua potabile. Prima di utilizzare qualsiasi metodo per rimuovere il cloro, assicurati che l’acqua sia sicura da bere e che non venga da una fonte contaminata.

Il sapore di cloro nell’acqua del rubinetto è uno dei motivi per cui spesso viene preferita l’acqua in bottiglia, che comporta però altri svantaggi. Eppure è possibile ridurre odore e sapore di cloro attraverso dei piccoli accorgimenti, migliorando l’acqua di rubinetto:

  • Decantazione: lascia riposare l’acqua del rubinetto in un contenitore aperto per diverse ore. Questo permette al cloro di evaporare ed eliminarne il sapore. Il cloro infatti è un elemento chimico volatile, che evapora naturalmente;
  • Bollitura: porta l’acqua a bollore per circa 10-15 minuti e poi lasciala raffreddare. Ciò aiuta a eliminare il gusto di cloro, ma potrebbe concentrare altri minerali nell’acqua;
  • Limone: sebbene non rimuova il cloro, l’aggiunta di una fetta di limone o qualche goccia di succo di limone all’acqua può contrastare il sapore del cloro;
  • Depuratore: installa un sistema di filtrazione dell’acqua domestica sottolavello, in modo da avere il pieno controllo della salubrità dell’acqua che bevi (con un sistema all’avanguardia come Goccia di Nanosystem, puoi vederlo persino tramite App).
Rimedi per eliminare cloro tisana

Come un purificatore elimina il cloro dall’acqua di casa

L’uso di un depuratore domestico per eliminare il gusto di cloro dall’acqua di rubinetto è una decisione valida, che può essere motivata da diverse ragioni:

  • Gusto e odore migliore: in alcune zone l’acqua potabile può contenere livelli di cloro più elevati, il che può rendere il suo sapore e odore più pronunciati. Un sistema di filtrazione domestico come Goccia può aiutare a ridurre questi livelli, per ottenere un’acqua priva di cloro con un gusto più buono e un odore più gradevole;
  • Salute e benessere: oltre ad eliminare la percezione del cloro, un purificatore rimuove dall’acqua di rete un’ampia serie di agenti contaminanti e inquinanti come PFAS, microplastiche, metalli pesanti, batteri, virus e persino il calcare.

È importante notare che l’acquisto di un depuratore per rimuovere il cloro dall’acqua è una scelta totalmente personale. L’acqua del rubinetto è sottoposta a rigorosi controlli qualità e spesso è già sicura da bere, anche se può avere un leggero odore o sapore di cloro.

Se preferisci bere acqua senza sentire la presenza di cloro, o hai particolari esigenze e sensibilità, un purificatore domestico è un’opzione da considerare per migliorare la qualità dell’acqua che consumi a casa. Assicurati di scegliere un depuratore adatto alle tue esigenze e una tecnologia di filtrazione adeguata, per garantire la massima efficacia.

Non sai che depuratore scegliere? Leggi qui la nostra guida completa.
Oppure, se preferisci, chiedi ulteriori informazioni sul nostro purificatore:

Prova GOCCIA gratuitamente

    Acconsento al trattamento dei miei dati in accordo alla vostra informativa privacy *